7 semi oleosi per il tuo benessere. Benessereclick
indietro

7 semi oleosi per il tuo benessere


Categoria:Alimentazione | Data pubblicazione: 11/12/2014
7 semi oleosi per il tuo benessere

Da qualche anno sono protagonisti di un vero boom: parliamo dei semi oleosi, un concentrato di proprietà benefiche per la nostra salute, ma anche molto gustosi da consumare da soli o in abbinamento ad altri alimenti.

 

Questi piccoli semi contengono tanti acidi grassi essenziali, ma anche proteine e fibre, e si aggiungono con piacere a piatti vegetariani, insalate o a colazione. 

 

Scopriamo uno per uno i semi oleosi più interessanti dal punto di vista nutrizionale.

 

1. Semi di Girasole

Piccoli e croccanti, i semi di girasole sono gustosissimi come snack, oltre ad essere utilizzati per la produzione dell'omonimo olio.

 

Si trovano in vendita in confezioni da 100g in su di semi già decorticati, e apportano alla nostra dieta tante fibre vegetali, acido folico, acido linoleico, selenio e rame.

 

Queste caratteristiche li rendono particolarmente adatti ad agevolare la digestione, proteggendo polmoni ed intestino e aiutando a prevenire il cancro grazie all'alto contenuto di selenio.

 

Ricchi di antiossidanti, i semi di girasole sono anche un valido anticolesterolo, aiutando l'organismo ad evitare gli accumuli di colesterolo “cattivo” LDL.

 

2. Semi di Lino

Piccoli e scuri, i semi di linum usitatissimum contengono tantissimi minerali (fosforo, rame, magnesio), grassi vegetali e proteine, oltre ai benefici acidi grassi polinsaturi omega3 ed omega6.

 

L'utilizzo di questi semi nell'alimentazione è particolarmente benefico per chi soffre di cistite o problemi di stitichezza, e aiuta a rafforzare il sistema immunitario. L'olio di lino, ricavato dai semi, protegge l'organismo dalle malattie cardiovascolari e, si ritiene, anche dall'insorgere e dal proliferare di diversi tumori.

 

3. Semi di Zucca

Croccanti e dal gusto piacevole, i semi di zucca sono un ottimo e salutare snack ideale anche per condire insalate e primi piatti. La presenza dell'aminoacido triptofano li rende un blando calmante ideale per dormire sonni tranquilli, mentre il magnesio aiuta a mantenere un'attività cardiaca regolare. Ricchissimi di omega3, i semi di zucca si usano per ricavarne l'omonimo olio, denso scuro e molto saporito, gustosa e salutare alternativa all'olio d'oliva per condire le insalate.

 

4. Semi di Chia

Conosciuti e diffusi alle nostre latitudini da pochissimi anni, i semi di salvia hispanica contengono abbondanti dosi di calcio (600mg per 100g) e poi tanti omega3 ed omega6. In più troviamo vitamina C, ferro e potassio in elevate quantità.

 

5. Semi di Canapa

Croccanti, ricchissimi di proteine, i semi di canapa sono anche una vera riserva di acidi grassi omega3 ed omega6, oltre a contenere fitosteroli e 10 tipi di aminoacidi essenziali per la sintesi proteica.

 

Alcuni recenti studi sostengono che l'assunzione di semi di canapa aiuterebbe a prevenire l'insorgere di patologie cardiache, grazie all'azione degli acidi grassi polinsaturi.

 

Ulteriori benefici sono dimostrati a vantaggio del sistema nervoso e dell'apparato cardiocircolatorio.

 

6. Semi di Sesamo

Li incontriamo spesso sul pane, specie in alcune regioni come la Sicilia. Sono i semi di sesamo, neri o bianchi, ricchissimi di calcio ed acidi oleici. Tra tutti l'acido folico, alleato del nostro organismo nella lotta al colesterolo LDL.

 

7. Semi di Papavero

Questi microsemini hanno poco sapore ma sono una vera bomba di vitamina E e calcio, oltre ad essere ricchi di grassi e proteine. 

 

L'assunzione di semi di papavero ha inoltre un effetto sedativo sul sistema nervoso, mentre il contenuto di fitosteroli aiuta a ridurre gli accumuli di colesterolo.